L'articolo è stato letto 1043 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Bonus amianto: plafond prenotato

In base alle domande già presentate sono stati prenotati fondi per 19,6 milioni di euro su 17 disponibili, ora è in corso l'esame sull'ammissibilità dei singoli progetti presentati. In teoria, le aziende avranno tempo fino al 31 marzo 2017 per inviare le proprie richieste in quanto a seguito dell'esame delle domande si potrebbero liberare delle risorse.

Stando ai numeri aggiornati al 9 gennaio del ministero dell'Ambiente dal click day avviato il 16 novembre sono state inoltrate 660 domande. L'ammontare richiesto attraverso questi progetti è stato pari a 19,6 milioni di euro (su 17 disponibili) per un valore medio di poco meno di 30mila euro per ogni istanza. In teoria, le aziende avranno tempo fino al 31 marzo 2017 per inviare le proprie richieste. In pratica, dipenderà dall'esame sull'ammissibilità dei requisiti delle domande già presentate. Il Ministero rende noto che sono state lavorate 430 e chiuse 281 domande. Il credito d'imposta introdotto dall'art. 56 della Legge 28 dicembre 2015, n. 221 è stato attuato con Decreto Ministeriale del 15 giugno 2016 che ha definito ambito di applicazione e modalità di fruizione del credito d'imposta:  Soggetti beneficiari Possono beneficiare del credito d'imposta i soggetti titolari di reddito d'impresa, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato, che effettuano interventi di bonifica dall'amianto, su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016. Interventi

Accedi


Copyright © 2014.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua