L'articolo è stato letto 1087 volte
Nazionale • Italia, Europa

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Accordi per l'innovazione: definiti i termini

Stabilite le modalità per la concessione ed erogazione delle agevolazioni per progetti di R&S nell'ambito di Accordi di Innovazione sottoscritti dal MISE con le Regioni, le Province autonome e le altre amministrazioni pubbliche eventualmente interessate e i soggetti proponenti. 

Pubblicato in Gazzetta il Decreto 25 ottobre 2017 che stabilisce le modalità di accesso alle agevolazioni previste dal decreto del 1° aprile 2015 a favore dei progetti diricerca e sviluppo realizzati nell’ambito degli Accordi per l'innovazione sottoscritti dal MISE con le Regioni, le Province autonome e le altre amministrazioni pubbliche eventualmente interessate e i soggetti proponenti.. Il provvedimento si applica alle proposte progettuali presentate dalla data di pubblicazione del decreto, quindi dal 31 ottobre 2017. Gli Accordi per l'innovazione devono essere diretti a sostenere interventi di rilevante impatto tecnologico in grado di incidere sulla capacità competitiva delle imprese anche al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e accrescere la presenza delle imprese estere nel territorio nazionale. Le risorse disponibili ammontano ora a oltre 206 milioni di euro, di cui: a) 100 milioni di euro a valere sul Fondo per la crescita sostenibile (15 milioni sono dedicati al cofinanziamento dei progetti delle imprese italiane selezionati nei bandi emanati nel corso del 2017 dall’impresa comune europea ECSEL); b) 80 milioni di euro a valere sull’Asse I, Azione

Accedi


Copyright © 2014.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua