L'articolo è stato letto 502 volte

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Borse di mobilità Eures: modifiche

Apportate modifiche al che prevede la concessione di borse di inserimento lavorativo individuali volte a favorire la mobilità professionale transazionale, a supportare soggetti disoccupati/inoccupati/inattivi nell'inserimento lavorativo in un paese dell'Unione Europea o dell'EFTA diverso da quello di residenza e ad accrescere le competenze della forza lavoro aumentandone nel contempo le possibilità di inserimento/reinserimento lavorativo.

La Regione Toscana ha apportato modifiche all'avviso con il quale intende finanziare, sull'asse A con l'obiettivo specifico A.5.1, azione A.5.1.1 del POR FSE 2014-2020, borse di inserimento lavorativo individuali volte a favorire la mobilità professionale transazionale, a supportare soggetti disoccupati/inoccupati/inattivi nell'inserimento lavorativo in un paese dell'Unione Europea o dell'EFTA (Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein) diverso da quello di residenza e ad accrescere le competenze della forza lavoro aumentandone nel contempo le possibilità di inserimento/reinserimento lavorativo.

Attraverso tale modifica vengono estesa la possibilità di individuare le offerte di lavoro/apprendistato/tirocinio attraverso l'utilizzo di portali diversi da Eures oppure tramite una ricerca autonoma di lavoro/tirocinio/apprendistato.

Eures, la rete europea della mobilità professionale, contribuisce a facilitare la libera circolazione dei lavoratori, ad attuare la strategia coordinata per l'occupazione e, in particolare, per la promozione di una forza lavoro competente, qualificata ed adattabile, a migliorare il funzionamento, la coesione e l'integrazione dei mercati del lavoro dell'Unione, anche a livello transfrontaliero.

Obiettivo dell'avviso, la cui dotazione finanziaria è pari a € 4.000.000,00, è quello di promuovere l'occupazione e di migliorare la qualità e l'efficacia dei servizi per il lavoro attraverso il consolidamento della rete EURES.

Possono presentare domanda di finanziamento persone fisiche in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini dell'Unione Europea e residenti in Toscana
  • aver compiuto 18 anni
  • essere iscritti a un CPI toscano
  • esser disoccupati ai sensi del d.lgs. 150/2015 iscritti ad un Centro per l'impiego della Toscana, oppure essere inattivi (es. studente), prima della stipula di un contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato in un paese dell'Unione europea diverso da quello di residenza. In caso di soggetti disoccupati, nel patto di servizio personalizzato ai sensi del D.lgs 150/2015 dovrà essere indicata l'azione “Servizi EURES”
  • essere in possesso del contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato o della lettera di impegno del datore di lavoro alla stipula del contratto in un paese dell'Unione europea o dell'EFTA diverso da quello di residenza. Il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato dovrà avere una durata non inferiore a tre mesi.

Sono inammissibili le domande di finanziamento presentate da soggetti che hanno beneficiato del sostegno del programma mirato di mobilità "Il tuo primo lavoro EURES" (Your first Eures Job) oppure del sostegno del programma "Reactivate".

I soggetti che intendono presentare domanda di finanziamento per la borsa di mobilità Eures dovranno effettuare uno o più colloqui di supporto alla scelta presso il Centro per l'Impiego che, in base alle conoscenze, competenze e capacità professionali possedute, nonché sulla base delle conoscenze linguistiche del soggetto, lo supporti nell'individuazione dell'offerta di lavoro/tirocinio/apprendistato pubblicata sul portale EURES più idonea.

Le risultanze del/i colloquio/i dovranno essere registrate su IDOL.

In caso di necessità di supporto ed assistenza per l'utilizzo del portale EURES e per la consultazione delle offerte di lavoro presenti sul portale gli utenti possono rivolgersi al personale del servizio EURES Regione Toscana i cui contatti sono reperibili alla sezione Eures del portale della Regione Toscana, al seguente indirizzo: http://www.regione.toscana.it/-/il-servizio-eures-in-toscana

L'avviso finanzia borse di mobilità Eures dell'importo massimo di € 5.000,00 per lo svolgimento di un'esperienza lavorativa (lavoro/apprendistato) o di tirocinio in un paese Ue o EFTA (Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein) diverso da quello di residenza.

Tale importo verrà erogato a copertura di quanto segue:

  • borsa di inserimento lavorativo tramite la rete Eures differenziata per tipologia di contratto:
    • euro 500,00 mensili per i soggetti che hanno un contratto di lavoro/apprendistato all'estero
    • euro 750,00 mensili per i soggetti che svolgono all'estero un tirocinio

La borsa di inserimento lavorativo potrà essere erogata per un numero di mensilità da un minimo di 3 a un massimo di 6 e in relazione alla durata del contratto di lavoro/apprendistato/tirocinio, pertanto, se ad esempio il contratto di lavoro ha una durata di quattro mesi, anche la borsa di inserimento lavorativo potrà essere richiesta per un massimo di quattro mesi.

Le posizioni di lavoro/apprendistato o di tirocinio devono essere conformi alle leggi nazionali in materia di lavoro, protezione sociale e sicurezza sul lavoro.

  • spese di viaggio A/R da e verso il paese dell'Unione europea o EFTA diverso da quello di residenza dove si svolge il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato, da rendicontare a costi reali per un importo massimo di € 500,00;
  • spese di iscrizione per la frequenza di un eventuale corso di lingue o corso di formazione in Italia o nel paese Ue o EFTA dove si svolge il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato, per un importo massimo di € 1.500,00, da documentare a costi reali.

Il corso dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • essere erogato da enti accreditati o riconosciuti dagli organismi regionali o nazionali o internazionali di riferimento.
  • prevedere una durata minima di 30 ore
  • prevedere il rilascio almeno di un certificato di frequenza.

Il corso di formazione, se effettuato all'estero, dovrà svolgersi nell'arco temporale del contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato e concludersi entro sei mesi dall'avvio del contratto, mentre se viene effettuato in Italia dovrà svolgersi nel periodo compreso dalla data di presentazione della domanda a quella dell'avvio del contratto estero.

La partecipazione al corso di formazione è facoltativa, tuttavia nel caso in cui un soggetto decida di non iscriversi ad alcun corso di formazione, si potranno verificare le seguenti casistiche a seconda della tipologia di contratto:

  • i soggetti che svolgono un tirocinio all'estero, possono richiedere la borsa di inserimento lavorativo fino alla concorrenza dell'importo massimo di € 4.500,00 (in relazione alla durata del tirocinio) più il rimborso delle spese di viaggio sostenute fino ad un massimo di € 500,00
  • i soggetti che hanno un contratto di lavoro/apprendistato all'estero, potranno richiedere la borsa di inserimento lavorativo fino alla concorrenza dell'importo massimo di € 3.000,00 (in relazione alla durata del contratto) più il rimborso delle spese di viaggio sostenute fino ad un massimo di € 500,00.

Le spese sopraelencate verranno rimborsate solamente se il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato verrà svolto per un periodo non inferiore a tre mesi, per cui in caso di risoluzione del contratto prima dei tre mesi non si avrà diritto all'erogazione della borsa di mobilità Eures. L'arco temporale mensile è da intendersi quale mese reale, ovvero dalla data di avvio del contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato alla data corrispondente del mese successivo.

Le domande, corredate da tutta la documentazione richiesta, potranno essere presentate a partire dall'11 maggio 2017 e fino al 31 dicembre 2020, secondo le seguenti modalità:

  • tramite interfaccia web Apaci, accedendo con tessera sanitaria attivata oppure previa registrazione (credenziali utente e password) in qualità di Cittadino al seguente indirizzo: http://www.regione.toscana.it/apaci e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta";
  • tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di "Regione Toscana": regionetoscana@postacert.toscana.it;

La scadenza sopra indicata resta valida fino ad esaurimento delle risorse. L'eventuale esaurimento delle risorse prima del 31 dicembre 2020 verrà comunicato sul sito della Regione Toscana alla Sezione Cittadini - Lavoro e sul sito del POR FSE.

Le domande verranno approvate entro i 30 gg. successivi all'ultimo giorno del mese in cui sono pervenute e si procederà alla pubblicazione del decreto di approvazione degli elenchi sul BURT e sul sito web della Regione Toscana. La pubblicazione vale come notifica per tutti i soggetti richiedenti. Non saranno effettuate comunicazioni individuali.

Il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato dovrà essere stato stipulato in una data successiva alla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT.

Il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato inoltre dovrà essere avviato entro 4 mesi dalla data di approvazione della domanda di finanziamento.

La borsa di mobilità Eures sarà erogata solo se il contratto di lavoro/tirocinio/apprendistato verrà svolto per un periodo non inferiore a tre mesi.

I soggetti destinatari della borsa di mobilità Eures potranno presentare domanda di rimborso utilizzando l'apposito modulo (Allegato 3 al presente avviso).

II richiedente può scegliere di presentare un'unica domanda di rimborso a saldo oppure due domande di rimborso, con le seguenti modalità:

  • la prima alla conclusione del terzo mese dalla data di avvio del contratto
  • la seconda, a saldo, entro otto mesi dalla data di avvio del contratto.

La/e domanda/e di rimborso con la documentazione allegata dovrà/anno essere presentate via PEC, al seguente indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it o tramite interfaccia web Apaci.

Con la prima domanda possono essere erogati i rimborsi per le spese di viaggio e del corso di lingue/formazione effettivamente sostenute e la borsa di inserimento lavorativo per le mensilità riferite al periodo di rendicontazione (3 mesi nel caso di presentazione di due domande di rimborso, oppure max 6 mesi nel caso di un'unica domanda a saldo).

 

Fonte: Decreto 3 novembre 2017, n. 16431, B.U.R. 22 novembre 2017, n. 47, Decreto 28 luglio 2017, n. 11428, B.U.R. 9 agosto 2017, n. 32, Decreto 21 aprile 2017, n. 5274, B.U.R. 10 maggio 2017, n. 19, p. III, Regione Toscana

Copyright © 2014.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua