L'articolo è stato letto 144 volte

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Premio Luigi Petroselli per riqualificare la città, ecco il bando

Pubblicato il bando sui temi della rigenerazione del tessuto urbano rivolto a studenti delle università del Lazio che dovranno presentare un progetto di riuso, non solo dal punto di vista architettonico-urbanistico, ma anche socio-antropologico, coinvolgendo i cittadini e tenendo conto dei suggerimenti di chi abita in quelle due le aree urbane di intervento: il parco Anna Bracci a Roma di proprietà dell'Ater di Roma e il comprensorio C5 di Santa Barbara del comune di Viterbo.

A 35 anni dalla morte di Luigi Petroselli la Regione Lazio, con la collaborazione di LazioDisu, ATER Roma e Comune di Viterbo ed il supporto della famiglia di Luigi Petroselli, intende ricordare uno dei sindaci più amati della città istituendo il "Premio Luigi Petroselli".

Il Premio riprende e propone l'idea di città e di comunità di Petroselli mettendo al centro i giovani studenti e i temi della riqualificazione urbana e delle periferie, attraverso un progetto sui temi della rigenerazione del tessuto urbano per la riqualificazione delle periferie. Il Concorso di Idee, fa entrare nelle facoltà i suoi valori, le sue idee, stimolando gli studenti e le studentesse a preparare dei progetti.

I due ambiti di intervento del Concorso sono stati rispettivamente scelti a Viterbo, città natale di Luigi Petroselli e a Roma dove è stato il sindaco che più di altri ha lasciato un segno vero nelle periferie e nel cuore dei romani.

Il Concorso è aperto a tutti gli studenti iscritti ad un corso di laurea triennale, laurea specialistica, laurea specialistica a ciclo unico e magistrale, ad un dottorato di ricerca, ad una scuola di specializzazione presso Università statali, Università non statali, Istituti universitari, Istituti di alta cultura artistica musicale e coreutica, con sede legale nella Regione Lazio.

Sono ammessi a partecipare:

  • concorrenti in forma singola;
  • raggruppamenti.

In caso di raggruppamenti tutti i partecipanti devono soddisfare almeno uno dei requisiti sopra citati, riferendosi alla data di inizio del Concorso, essendo quindi in grado di dimostrarlo grazie ad una idonea documentazione.

Verrà valutata positivamente la partecipazione di gruppi multidisciplinari che consentono di affrontare la progettazione sotto nuovi punti di vista, dando così una impronta complementare a quella della riqualificazione fisica degli spazi.

Per garantire la completa trasparenza nella competizione, non è consentita la partecipazione a persone che hanno rapporti personali diretti o professionali con i membri della Commissione o dell' organizzazione.

I raggruppamenti dovranno indicare il capogruppo che sarà l'unico riferimento per le comunicazioni relative al Concorso; a tale scopo dovranno compilare l'apposito modulo (SCHEDA 2) a firma di tutti i componenti del gruppo, attestante la scelta del capogruppo.

Ogni singolo concorrente non può concorrere in più di una forma, ovvero partecipare contemporaneamente in forma singola e in raggruppamento (sia come capogruppo, sia come membro del gruppo).

La violazione di tale divieto comporta l'esclusione dal Concorso di tutti i concorrenti in cui figuri la presenza del medesimo soggetto.

Il Concorso si svolge in forma anonima pertanto dovranno essere omessi su tutti gli elaborati nomi o indicazioni tali da svelare o suggerire l'identità del concorrente.

I principi che animano il Premio sono:

  • La rigenerazione del tessuto urbano: l'idea principale di questa iniziativa è quella di valorizzare gli spazi urbani in disuso. A un modello perdente fondato sul consumo di suolo, è necessario opporre un modello di edilizia pubblica che si basi sulla realizzazione di insediamenti urbani di qualità, aperti, integrati, sicuri, dotati di spazi verdi e di servizi che possono rendere più facile la vita a chi ci abita e ci lavora.
  • Mettere insieme le forze attive della città: altro grande elemento di forza di Petroselli fu la capacità di mettere insieme attori diversi attorno a progetto comune per la città. Oggi, per rivitalizzare le realtà urbane serve recuperare quello spirito. In tal senso il premio intende raccogliere proposte che mettano insieme architettura, sociologia, sport: progetti che sappiano individuare i bisogni complessi di una comunità e diano loro risposte complesse.
  • I giovani al centro di un progetto di sviluppo: La Regione ha deciso di coinvolgere Laziodisu, l'ente per il diritto allo studio universitario del Lazio, perché questa scommessa si può vincere solo se si dà un ruolo attivo alle forze più giovani, supportando una serie di talenti straordinari che lavorano in tutto il mondo, ma che raramente riescono a mettere la loro professionalità al servizio dei luoghi in cui sono nati e vivono.

I temi con cui gli studenti dovranno confrontarsi è quello del riuso e della riqualificazione di uno tra seguenti spazi pubblici, situati a Roma e a Viterbo:

Il Parco Anna Bracci, di proprietà dell'Ater del Comune di Roma, a Roma.

Il Parco Anna Bracci, sede di diverse iniziative promosse dalle associazioni di quartiere, costituisce per il quartiere di Primavalle un terrain vague, in attesa di un segno tutto da inventare che lo connoti.

La valorizzazione del Parco Anna Bracci obbliga a pensare nuove strategie operative e nuove modalità di riuso secondo una progettazione informale e antiretorica facendone un luogo di partecipazione e relazione, o per meglio dire di “produzione di relazioni”, per tutto il quartiere e per tutta la città.

Il comprensorio C5 di Santa Barbara, a Viterbo.

Il quartiere, situato sulla via Teverina, si trova nella zona periferica est di Viterbo: l'insediamento insiste su un'area ereditata dai paesaggi degli orti, delle aree agricole e nasce con l'obiettivo di contrastare la speculazione e l'abusivismo. L'obiettivo è la riqualificazione di almeno uno degli spazi verdi, tra quelli individuati, finalizzata al maggiore utilizzo ai fini sociali ed ad un potenziamento della vivibilità quotidiana della zona.

Il Concorso mira, dunque, a definire una visione per un futuro assetto e riutilizzo di una delle due aree. Il progetto che si richiede di elaborare dovrà definire una visione e degli scenari possibili per il futuro di una delle due aree e ad una gestione partecipata con gli abitanti dei quartieri. Le proposte progettuali scaturite da questa procedura potranno essere propedeutici ad un effettivo programma di riuso delle aree oggetto del premio.

L'Ente banditore mette a disposizione per i premi e rimborsi gli importi lordi, così ripartiti:

  • 1° classificato Euro 3.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti, inclusi,
  • 2° classificato Euro 2.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti, inclusi,
  • 3° classificato Euro 1.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti, inclusi,

La Commissione potrà inoltre assegnare come rimborso spese sino a 3 menzioni, ciascuna di Euro 500,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti, inclusi, ai progetti ritenuti meritevoli. Non sono previsti altri premi.

Tutta la documentazione richiesta dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del 1° settembre 2017 a mezzo posta\corriere o consegnata a mano all'indirizzo: LAZIODISU - Via Cesare De Lollis 24/b - 00185 Roma - Ufficio Protocollo Centrale. Gli orari di apertura al pubblico dell'Ufficio Protocollo Centrale dell'Ente Banditore per le consegne dei plichi, eseguite a mano o a mezzo agenzia di recapito, sono tutti i giorni feriali (dal lunedì al venerdì) dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00.

Per la documentazione inviata a mezzo posta o corriere espresso farà fede la data e l'ora di effettivo ricevimento da parte dell'Ufficio protocollo dell'Ente Banditore e non la data di spedizione. Dopo tale scadenza non saranno accettati plichi anche se sostitutivi o integrativi di quanto presentato nei termini. Sul plico dovrà essere riportata la dicitura: Premio Petroselli - sui temi della rigenerazione del tessuto urbano rivolto a studenti universitari degli Atenei del Lazio.

 

Fonte: Avviso, Regione Lazio

Copyright © 2014.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua