L'articolo è stato letto 695 volte
Nazionale • Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Zona Franca Urbana Sisma Centro Italia: chiarimenti

Il MiSE ha fornito chiarimenti sulla determinazione dell'importo dell'agevolazione da richiedere sulle domande per l'accesso alle esenzioni fiscali e contributive, in favore di imprese che svolgono la propria attività o che la avviano entro il 31 dicembre 2017, nella zona franca istituita nei Comuni colpiti dagli eventi sismici nel Lazio, nell’Umbria, nelle Marche e nell’Abruzzo.

Il Ministero dello Sviluppo Economico chiarisce, con Circolare 7 novembre 2017 n. 163472 emanata oggi, fornisce chiarimenti sulla determinazione dell’importo dell’agevolazione da richiedere nelle domande di accesso alle agevolazioni in favore delle imprese localizzate nella zona franca istituita nei Comuni colpiti dagli eventi sismici nel Lazio, nell’Umbria, nelle Marche e nell’Abruzzo. Le indicazioni per la quantificazione dell’importo dell’agevolazione da richiedere riportate nel modulo di domanda hanno lo scopo di orientare, e non di vincolare, la scelta dell’impresa, con l’obiettivo di commisurare l’agevolazione concessa alle effettive capacità della stessa impresa di beneficiarne nei periodi d’imposta previsti. Non esiste pertanto alcun blocco nella piattaforma informatica di accoglimento delle domande. Conseguentemente, nei casi in cui i periodi d’imposta precedenti al terremoto sono poco significativi o addirittura assenti (come nel caso delle imprese di nuova costituzione o di recente operatività, o ancora nel caso di imprese già avviate e mature che hanno effettuato o sono in procinto di effettuare nuove assunzioni di personale dipendente), è possibile calcolare

Accedi


Copyright © 2014.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua