L'articolo è stato letto 330 volte

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Iniziative imprenditoriali promosse da giovani

Stabiliti termini e condizioni per l'accesso al bando che sostiene l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali nei settori della produzione di beni fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, promosse da giovani mediante la concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero di importo non superiore ad € 25.000,00.

La regione Liguria ha pubblicato il bando sulla misura 7.2 del Programma "Garanzia per i Giovani in Liguria" la cui finalità è quella di sostenere con interventi sulla liquidità delle imprese, mediante la concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero, l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani ai quali la misura stessa sia stata assegnata con il Piano di Azione Individuale.

Lo scopo è offrire servizi integrati e mirati a promuovere la realizzazione di progetti per il sostegno e lo sviluppo di specifiche idee imprenditoriali ovvero progetti che favoriscano l’individuazione e la crescita di prospettive occupazionali legate all’autoimpiego. A favore di tali giovani è messo a disposizione uno strumento finanziario che facilita l’avvio dell’idea imprenditoriale e l’accesso al credito connesso ad un servizio di sostegno al post start up per i primi 12 mesi dalla sottoscrizione del contratto di finanziamento.

Per sostenere e facilitare le nuove iniziative imprenditoriali - e nello stesso tempo ridurne il rischio - sono previsti servizi di supporto per i successivi 12 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, in particolare in relazione a:

  • analisi delle soluzioni per l'avvio del processo di produzione/erogazione;
  • implementazione del modello di amministrazione dell'impresa, sotto il profilo della gestione contabile, della gestione finanziaria e della gestione del personale;
  • individuazione delle tecnologie più avanzate per innalzare la produttività dell’attività;
  • soluzione di problemi legali, fiscali e amministrativi;
  • svolgimento delle attività di rendicontazione;
  • definizione dei prezzi e delle strategie di vendita.

Di seguito sono riportate le indicazioni relative ai soggetti beneficiari, alle caratteristiche degli investimenti e alle modalità di finanziamento:

Soggetti beneficiari

Sono destinatari delle misure e dei percorsi nell’ambito del programma Garanzia Giovani tutti i giovani NEET residenti nelle Regioni italiane domiciliati nella Regione Liguria, ammissibili all’Iniziativa per l’Occupazione Giovanile (IOG), e nella Provincia Autonoma di Trento, che posseggano, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

  • 1. età compresa tra i 15 e i 29 anni al momento della registrazione al portale nazionale o regionale;
  • 2. essere disoccupati ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni, fatta eccezione per i “lavoratori a rischio di disoccupazione” di cui al comma 4 del medesimo articolo, e ai sensi del paragrafo n. 1 della Circolare del MLPS n. 34 del 23 dicembre 2015 - “D. Lgs. n. 150/2015 recante disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n 183 – prime indicazioni”;
  • 3. non essere beneficiari di Cassa Integrazione Guadagni o titolari di un contratto di solidarietà, in quanto trattasi di tutele in costanza di rapporto di lavoro;
  • 4. non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);
  • 5. non essere inseriti in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale; 6. non essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e/o extracurriculare, in quanto misura formativa. Possono accedere alla misura 7.2 i giovani di cui al precedente capoverso che:
    • a) al momento della presentazione della domanda abbiano aderito al Programma Garanzia Giovani ed abbiamo concluso il percorso di accompagnamento di cui alla misura 7.1;
    • b) al momento della adesione a Garanzia Giovani avessero un’età compresa tra i 18 e i 29 anni ed i requisiti di legge e i titoli professionali necessari all’esercizio dell’attività agevolata;
    • c) al momento della presentazione della domanda abbiano la residenza o eletto domicilio sul territorio della Regione Liguria.
  • Le domande possono essere presentate dai sopracitati soggetti destinatari in forma di:
    • imprese individuali, società di persone, società di capitali a responsabilità limitata semplificata, società cooperative con un numero di soci non superiore a nove, associazioni professionali e società tra professionisti purché inattive;
    • aspiranti imprenditori, a condizione che si costituiscano entro la data di sottoscrizione del contratto di finanziamento, nelle forme giuridiche di cui al punto precedente. Le forme societarie ed associative sopra elencate, devono essere costituite da persone fisiche.
Iniziative ammissibili e Piano di intervento

Sono ammissibili le iniziative avviate successivamente alla data di presentazione della domanda riferibili a tutti i settori della produzione di beni fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, quali ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e sevizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere ed artigiane;
  • associazioni e società di professionisti;
  • imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’art. 1.1, lettera c), punti i e ii del Reg. (UE) 1407/2013;
  • commerciale a dettaglio e all’ingrosso.

Sono ammissibili i Piani di Intervento relativi alle iniziative suindicate. I Piani di intervento che possono anche prevedere somme finalizzate a capitale circolante correlate organicamente al Piano di Intervento, nella misura massima del 75% dell’intervento stesso.

Esclusioni

Sono esclusi dai benefici delle presenti disposizioni di applicazione i soggetti che alla data di domanda e sino alla conclusione del Piano di Intervento:

  • operano nei settori di cui all’articolo 1, comma 1, del Reg. (UE) 1407/2013;
  • operano nel settore della sanità;
  • presentino progetti che vedano la partecipazione come partner aziendale di organismi di formazione o organismi di diritto pubblico ed impresa a partecipazione maggioritaria pubblica;
  • svolgano attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (ATECO 2007, Sezione R divisione 92);
  • svolgano attività che si riferiscono a settori esclusi dal CIPE o da disposizione comunitarie anche con particolare riferimento agli interventi riguardanti le attività economiche svolte dall’impresa relative al mercato immobiliare, ai settori della produzione primaria dei prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura di cui al Regolamento (UE) n. 1379/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2013.
Localizzazione

Gli interventi ammessi ad agevolazione devono interessare strutture operative ubicate nel territorio della Regione Liguria, che, al momento della sottoscrizione del contratto di cui alla presente agevolazione, risultino nella piena disponibilità del soggetto Beneficiario.

Investimenti ammissibili

Sono considerati ammissibili ad agevolazione gli interventi finalizzati alla creazione di piccole nuove iniziative imprenditoriali, anche attraverso il rilevamento di una microimpresa già avviata o un ramo di essa.

Entro 10 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento devono essere fatturate tutte le spese - che non costituiscono spese ammissibili, ma base per la quantificazione della dimensione del progetto - previste dal Piano di intervento per il quale è stato conferito il finanziamento agevolato.

Le spese:

  • concorrono al Piano di intervento medesimo nel limite del loro valore, IVA inclusa.
  • non costituiscono spese ammissibili, ma la base per la quantificazione della dimensione del progetto.
  • per il circolante possono far parte del Piano di intervento nel limite del 75% del valore del Piano di intervento medesimo.

Quanto ricompreso nel Piano di Intervento deve essere strettamente funzionale all’attività finanziata e direttamente collegato al ciclo produttivo.

L’intervento proposto ed ammesso non può essere inferiore a € 10.000,00.

Agevolazioni

Il Fondo rotativo "Garanzia per i Giovani in Liguria" prevede la concessione di:

  • Finanziamenti agevolati per fornire ai beneficiari la liquidità necessaria alla realizzazione di un Piano di Intervento
    • Il finanziamento agevolato è richiesto a FI.L.S.E. nella misura del 100% del Piano di Intervento.
    • Il Piano di intervento ed il relativo finanziamento agevolato non potranno essere di importo inferiore ad € 10.000,00 e di importo superiore ad € 25.000,00.
    • Il finanziamento agevolato – esperiti i doveri amministrativi da parte di FI.L.S.E., tra cui la verifica della regolarità contributiva - viene erogato contestualmente alla sottoscrizione del contratto ed ha una durata di 7 anni - con rate trimestrali posticipate costanti, con scadenza 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre di ogni anno. La prima rata scadrà al termine del trimestre di sottoscrizione del contratto. Le prime quattro rate trimestrali saranno di solo pre-ammortamento.
    • Il finanziamento agevolato è regolato al tasso fisso nominale annuo dello 0% (zero per cento) e non è assistito da garanzie.
    • Il finanziamento è concesso a titolo de minimis.
  • Attivazione di servizi di sostegno anche al fine di ridurre il rischio connesso all’avvio di nuove imprese e del miglior esito dell’intervento nella fase di avvio dell'iniziativa sono previsti servizi di sostegno, forniti direttamente da FI.L.S.E., avvalendosi di proprio personale e - attraverso apposite convenzioni da stipularsi previo avviso di evidenza pubblica - della collaborazione delle associazioni imprenditoriali per quanto attiene le consulenze specialistiche, per un periodo massimo di 12 mesi dalla sottoscrizione del contratto di finanziamento.
    • I servizi hanno l'obiettivo di accompagnare il Beneficiario durante l’attuazione del Piano di Intervento e di rafforzarne le competenze gestionali in fase di start up della iniziativa.

 

 

Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente on line accedendo al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it, oppure dal sito dedicato www.garanziagiovaniliguria.it, compilate in ogni loro parte e complete di tutta la documentazione richiesta, da allegare alle stesse in formato elettronico, firmate con firma digitale in corso di validità dal legale rappresentante dell’impresa proponente (formato PDF.p7m.) e inoltrate esclusivamente utilizzando la procedura informatica di invio telematico, pena l’inammissibilità della domanda stessa, sino al giorno 30 marzo 2018 e, comunque, sino ad esaurimento delle risorse disponibili. 

Fonte: Modalità attuative, F.I.L.S.E. S.p.A.

 

Copyright © 2018.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua