L'articolo è stato letto 88 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Marche: aree di crisi industriale non complessa

Attivati gli interventi per promuovere iniziative imprenditoriali tese al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all'attrazione di nuovi investimenti. Le domande potranno essere presentate dal 31 gennaio 2019.

Per i comuni della Regione Marche riconosciuti come area di crisi industriale non complessa sono disponibili 5.092.070 milioni di euro per la concessione delle agevolazioni attraverso la legge n. 181/1989. Purché realizzate nel territorio dei Comuni agevolati, sono ammissibili alle agevolazioni programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione, con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato. Le aree interessate riguardano i territori dei sistemi locali del lavoro di: Ancona Cagli Fano Fermo Montegiorgio Montegranaro Pergola Pesaro Sant’Elpidio Recanati Sassocorvaro Urbania Urbino L'intervento è gestito dall'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa – Invitalia. Di seguito sono riportate le indicazioni relative ai soggetti beneficiari, alle caratteristiche delle iniziative ammissibili e alle modalità di finanziamento. Soggetti beneficiari 

Accedi


Copyright © 2018.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua