L'articolo è stato letto 1931 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Sismabonus: al via lo sconto in fattura

Pubblicato il provvedimento che illustra le modalità per esercitare l’opzione, in luogo dell’utilizzo diretto delle detrazioni, per un contributo di pari ammontare, anticipato dal fornitore che ha effettuato l’intervento, sotto forma di sconto sul corrispettivo spettante. Tale possibilità è una delle novità introdotte dal Decreto Crescita.

Il sisma bonus consiste in una detrazione dall'imposta lorda e spetta agli acquirenti delle unità immobiliari di un edificio demolito e ricostruito con criteri antisismici da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare (la ricostruzione dell’edificio può determinare anche un aumento volumetrico rispetto a quello preesistente, sempre che le norme urbanistiche in vigore permettano tale variazione). La detrazione, per gli interventi di ristrutturazione ai fini del miglioramento o dell'adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza degli edifici, può essere riconosciuta anche per gli interventi riguardanti immobili posseduti da società, non utilizzati direttamente, ma destinati alla locazione.  Lo detrazione, da ripartire in 5 quote annuali di pari importo è concesso per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 ed è pari al 75% (se dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe di rischio inferiore) ovvero all'85% (nel caso in cui l'intervento dia luogo ad una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio a due classi di rischio inferiore)

Accedi


Copyright © 2019.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua