L'articolo è stato letto 2447 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Fondo di garanzia: novità

Approvata in via definitiva la legge di conversione del Decreto Crescita che introduce novità sul Fondo di Garanzia. Si rammenta che dal 15 marzo 2019 sono operative le nuove disposizioni che introducono la valutazione del merito creditizio delle imprese attraverso l’attribuzione di una probabilità di inadempimento e il collocamento in una delle classi di valutazione che compongono la scala di valutazione. Il nuovo modello di valutazione presenta una struttura modulare composta da due aree di analisi e da un blocco informativo.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato, con decreto del 12 febbraio 2019, le condizioni di ammissibilità e le disposizioni di carattere generale del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese e l’articolazione delle misure di garanzia. Le nuove disposizioni si applicano a decorrere dal 15 marzo 2019. Le nuove disposizioni sono finalizzate alla riduzione e alla semplificazione degli oneri informativi in capo ai soggetti richiedenti e al riordino della disciplina in materia di condizioni e cause di inefficacia della garanzia del Fondo. La valutazione del merito creditizio delle imprese è effettuata attraverso l’attribuzione di una probabilità di inadempimento e il collocamento in una delle classi di valutazione che compongono la scala di valutazione. Il nuovo modello di valutazione presenta una struttura modulare composta da due aree di analisi e da un blocco informativo. Le aziende interessate ad accedere alla garanzia del Fondo PMI possono utilizzare il nuovo “Portale Rating per le imprese” che consente di valutare il merito di credito, effettuando delle simulazioni.  Gli articoli 17 e 18 del Decreto Crescita intervengono sulla disciplina

Accedi


Copyright © 2019.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua