L'articolo è stato letto 1170 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Assunzioni di giovani fino a 35 anni di età: zero contributi per 3 anni

Emanata circolare INPS che fornisce istruzioni dettagliate per gli sgravi contributivi riservati a chi assume a tempo indeterminato giovani con età che sia inferiore ai 35 anni. La riduzione è valida per un massimo di 36 mesi dalla data di assunzione del lavoratore. Il bonus assunzioni under 35 riguarda il 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro nel limite massimo di 3.000 euro annui.

Pubblicate le istruzioni operative per beneficiare del bonus assunzioni destinato ai datori di lavoro che assumono giovani under 35 con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti nell’anno 2020 o che li hanno assunti nel 2019 ai sensi dell’articolo 1 comma 10 della Legge di Bilancio 2020.

Dal 2021 l’esonero contributivo riguarderà i datori di lavoro che assumono con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti i giovani fino a 30 anni.

L'esonero nel versamento dei contributi a fini previdenziali per 36 mesi riguarda lavoratori che rivestono le seguenti qualifiche:

  • operai;
  • impiegati;
  • quadri.

L’incentivo viene riconosciuto ai datori di lavoro privati operanti in qualsiasi settore, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo.

Ai fini dell'ammissibilità il datore di lavoro deve:

  • essere in regola con obblighi di contribuzione previdenziale;
  • non aver attuato violazioni delle norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro e rispetto degli altri obblighi di legge;
  • aver rispettato gli accordi e i contratti collettivi nazionali nonché quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori più rappresentative sul piano nazionale.

Devono inoltre sussistere le seguenti condizioni:

  • il lavoratore, alla data della nuova assunzione effettuata nell’anno 2018, 2019 e 2020, non deve aver compiuto 35 anni di età (ossia deve avere al massimo trentaquattro anni e 364 giorni).
  • per assunzioni e trasformazioni a tempo indeterminato a decorrere dall’anno 2021 il limite anagrafico scende a 30 anni (da intendersi ventinove anni e 364 giorni);
  • il lavoratore non è mai stato occupato con un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • i periodi di apprendistato, svolti in precedenza presso il medesimo o altro datore di lavoro e non proseguiti in rapporto a tempo indeterminato, danno diritto all’esonero contributivo.

Sono escluse dal bonus under 35 le assunzioni con contratto di apprendistato e contratto di lavoro domestico; per queste tipologie contrattuali viene già applicata uno sgravio contributivo.

L’incentivo riguarda anche la trasformazione di un precedente contratto a tempo determinato in indeterminato. Il bonus assunzioni under 35 riguarda il 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (esclusi i premi e contributi INAIL) nel limite massimo di 3.000 euro annui da applicare su base mensile.

Il bonus può arrivare anche al 100%, fermi restando i limiti appena indicati se le assunzioni a tempo indeterminato intervengano entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio e riguardino giovani che, abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di:

  • alternanza scuola-lavoro;
  • periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale;
  • il diploma di istruzione secondaria superiore;
  • il certificato di specializzazione tecnica superiore;
  • periodi di apprendistato in alta formazione.

 

Fonte: Circolare 28 aprile 2020, n. 57, INPS

Copyright © 2019.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua