L'articolo è stato letto 708 volte
Nazionale • Italia

facebook
0
twitter
0
linkedin share button

Tax credit vacanze: domande dal primo luglio

Operativa la misura introdotta dal Decreto Rilancio che consentirà di stimolare il settore turistico, duramente colpito dall’emergenza sanitaria cagionata dal Covid-19. L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida e il provvedimento che illustrano le informazioni utili per sapere come richiederlo online, quali sono i requisiti e come ottenerlo. La richiesta per il bonus vacanza covid, del valore massimo di 500 euro, può essere inoltrata nuclei familiari con Isee fino a 40mila euro.

Con l'art. 176  del "Decreto Rilancio" è stata approvata la misura Tax credit vacanze, conosciuta come Bonus Vacanza estate 2020: un contributo alle famiglie con ISEE inferiore a 40.000 euro per trascorrere le vacanze in Italia. Il bonus ha un valore massimo di 500 euro e si può utilizzare dal 1 luglio al 31 dicembre 2020.

Il credito spetta ad una sola persona per ogni nucleo familiare ed è utilizzabile una tantum in relazione ai servizi resi da un unico operatore turistico.

Sarà pertanto possibile, ad esempio, utilizzare il bonus per l’acquisto dei servizi di alloggio e di vitto fatturati da un’unica impresa turisticaNon sarà invece permesso il frazionamento degli acquisti su più operatori, ancorché si rispetti il limite massimo di spesa agevolabile sopra specificato. Pertanto, il consumatore dovrà prestare attenzione a non disperdere il credito su più operatori, incorrendo nel rischio di perdere una parte del beneficio.

L'Agenzia delle entrate ha pubblicato Provvedimento e Guida dedicata che illustrano le informazioni utili per sapere come richiederlo online, quali sono i requisiti e come ottenerlo. Di seguito si riportano in sintesi le caratteristiche dell'intervento:

Soggetti e requisiti soggettivi di ammissibilità

Possono richedere il bonus tutte le famiglie con ISEE inferiore a 40.000 euro.

  • Per il calcolo dell'Isee per il bonus vacanza è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. Accedendo al sito dell’Inps è possibile presentare la DSU in modalità non precompilata o precompilata: quest’ultima contiene alcuni campi già precompilati dall’Agenzia delle entrate e dall’Inps. In alternativa è possibile rivolgersi ai Centri di assistenza fiscale (Caf) che prestano assistenza all’utente a titolo gratuito.
Requisiti oggettivi di ammissibilità

Il riconoscimento dell’agevolazione, a pena di decadenza, è previsto subordinatamente al rispetto delle seguenti condizioni:

  • le prestazioni ricettive devono essere rese entro i confini nazionali;
  • l’ammontare della spesa deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale (nuovo scontrino elettronico) riportante il codice fiscale dell’utente titolare del credito;
  • il pagamento non deve transitare attraverso portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Il bonus vacanza per il covid può essere:

  • richiesto da un solo componente del nucleo familiare, indipendentemente dal numero di persone che usufruiscono della vacanza
  • utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto.
Agevolazione concessa

0L’agevolazione consiste in un bonus, utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, destinato al pagamento di servizi offerti - in ambito nazionale - da imprese turistico ricettive, agriturismi e bed & breakfast abilitati a livello nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.

Misura e importo massimo bonus 

Il bonus è concesso, ad uno qualunque dei componenti della famiglia, nella misura:

  • dell'80%, sotto forma di sconto diretto, al momento del pagamento del servizio turistico presso la struttura ricettiva prescelta
  • il restante 20% sarà portato in detrazione dalle imposte dovute nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno, dallo stesso soggetto che ha utilizzato lo sconto e che quindi dovrà essere l'intestatario della fattura, del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale.

L'importo massimo del bonus varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare:

  • 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone
  • 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone
  • 150 euro per quelli composti da una sola persona

L'80% dell'agevolazione viene attribuita ad uno qualunque dei componenti della famiglia sotto forma di sconto diretto, al momento del pagamento del servizio turistico presso la struttura ricettiva prescelta. Il restante 20% sarà portato in detrazione dalle imposte dovute nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno, dallo stesso soggetto che ha utilizzato lo sconto e che quindi dovrà essere l'intestatario della fattura, del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale.

Esempio

  • Un nucleo familiare di 4 persone, che ha a disposizione 500 euro di bonus, usufruisce di una vacanza, il cui prezzo è pari a 1.000 euro. Al momento dell’emissione della fattura o del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale, chi usufruisce del bonus otterrà 400 euro di sconto immediato (pari all’80% del bonus di 500 euro) sul corrispettivo dovuto, pagando la vacanza 600 euro.
  • Nella dichiarazione dei redditi 2021, relativa all’anno di imposta 2020, potrà inoltre riportare 100 euro (il restante 20% di 500 euro) in detrazione dall’imposta dovuta.
  • Se il costo della vacanza è inferiore all’importo massimo del bonus riconosciuto (ad esempio pari a 450 euro), lo sconto va calcolato sul corrispettivo dovuto: nel caso in esame sarà pari a 360 euro (80% di 450 euro). Anche la detrazione dovrà essere calcolata sul corrispettivo, e nell’esempio sarà pari a 90 euro (20% di 450 euro).
Richiesta bonus

La richiesta di accesso all’agevolazione è effettuata, a decorrere dal 1° luglio 2020, da uno qualunque dei componenti del nucleo familiare, esclusivamente online, mediante l’applicazione per dispositivi mobili denominata IO, resa disponibile da PagoPA S.p.A., accessibile mediante l’identità SPID o mediante la Carta di identità elettronica (CIE). Sul sito io.italia.it sono presenti tutte le informazioni utili per scaricare l'app Io per il bonus vacanze, oltre a quelle per accedere ed utilizzarla. 

E' possibile richiedere l' identità digitale sui siti SPID e CIE 3.0.

Come funziona

Famiglia o Single

  • inviare la richiesta, sempre attraverso l’app, e attendere che la stessa applicazione comunichi che il bonus è stato attivato
  • una volta che il bonus sarà attivo, sempre dalla sezione pagamenti dell’app sarà possibile visualizzare il codice ed il QR-code associato, da comunicare all’albergatore al momento del pagamento del soggiorno
  • per poter utilizzare il bonus, infine, è necessario verificare preventivamente che la struttura presso cui si vuole utilizzare il bonus aderisca all’iniziativa e “accetti” il bonus.

Struttura ricettiva

  • verifica la validità del bonus inserendo il codice univoco, il codice fiscale del cliente e l'importo del corrispettivo dovuto in una procedura web dedicata, disponibile nell'area riservata del sito internet dell'Agenzia delle Entrate, accessibile con le ordinarie modalità di accesso ai servizi telematici dell'Agenzia (SPID, CIE, credenziali Entratel/Fisconline). In caso di esito positivo del riscontro, il fornitore può confermare a sistema l'applicazione dello sconto.
  • recupera lo sconto applicato sotto forma di credito d'imposta che potrà essere utilizzato in compensazione nel modello F24 senza limiti di importo oppure potrà essere ceduto a terzi, anche diversi dai propri fornitori, compresi gli istituti di credito e gli intermediari finanziari.
  • la cessione dovrà essere comunicata all'Agenzia attraverso una procedura web dedicata.

 

Fonte: Provvedimento Agenzia delle entrate del 17 giugno 2020, D.L. 19 maggio 2020, n. 34  

Copyright © 2019.
I contenuti sono di proprieta' di Informazione Qualificata s.r.l. - PI: 12691811009
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Finanziamenti News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua